Inspiração

A bravura e o cansaço de profissionais da saúde após horas de batalha contra Covid-19

por: Redação Hypeness


Profissionais da saúde do mundo inteiro estão compartilhando fotografias nas redes sociais que mostram os seus esforços no combate ao Coronavírus.

São médicos, enfermeiros e pessoas envolvidas no atendimento a pacientes diagnosticados com Covid-19.

Após plantões que com frequência duram mais de 12 horas, eles evidenciam a ausência de equipamentos de proteção e as marcas deixadas pelas máscaras em seus rostos depois de horas de trabalho intenso.

Just finished a 12 hour shift swabbing symptomatic covid19 patients are our drive thru testing site in Cleveland. We collectively swabbed 629. from r/nursing

View this post on Instagram

This story I posted the other day after a grueling shift at the hospital got a lot of shares, and I want to thank you all for the outpouring of love and support in response. I really appreciate it. __ I’ve been a critical care nurse for 13 years, and I’ve never seen anything like what is happening now in our healthcare system. It is beyond overwhelming. Not only are all of us fighting to survive the contagion itself, we are fighting for protection from a government that failed to adequately prepare us for this pandemic. Everyone is scrambling. Our skills and expertise are being put to the test in every way imaginable right now. And it’s only just getting started. __ I will soon be sharing more ways to get involved and support healthcare workers. We will need all the help we can get. Stay tuned. And for the love of god, STAY HOME. __ Love, Katie #yournurselovesyou #covid19 ☣️

A post shared by Katie Vigos (@katievigos) on


View this post on Instagram

Sono i un'infermiera e in questo momento mi trovo ad affrontare questa emergenza sanitaria. Ho paura anche io, ma non di andare a fare la spesa, ho paura di andare a lavoro. Ho paura perché la mascherina potrebbe non aderire bene al viso, o potrei essermi toccata accidentalmente con i guanti sporchi, o magari le lenti non mi coprono nel tutto gli occhi e qualcosa potrebbe essere passato. Sono stanca fisicamente perché i dispositivi di protezione fanno male, il camice fa sudare e una volta vestita non posso più andare in bagno o bere per sei ore. Sono stanca psicologicamente, e come me lo sono tutti i miei colleghi che da settimane si trovano nella mia stessa condizione, ma questo non ci impedirà di svolgere il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto. Continuerò a curare e prendermi cura dei miei pazienti, perché sono fiera e innamorata del mio lavoro. Quello che chiedo a chiunque stia leggendo questo post è di non vanificare lo sforzo che stiamo facendo, di essere altruisti, di stare in casa e così proteggere chi è più fragile. Noi giovani non siamo immuni al coronavirus, anche noi ci possiamo ammalare, o peggio ancora possiamo far ammalare. Non mi posso permettere il lusso di tornarmene a casa mia in quarantena, devo andare a lavoro e fare la mia parte. Voi fate la vostra, ve lo chiedo per favore.

A post shared by Alessia Bonari (@alessiabonari_) on



View this post on Instagram

"Ma non hai paura?" Certo che ho paura… "E come fai ad andare lì dentro tutti i giorni? Dove trovi la forza?" Ecco, te lo spiego con questa foto: questa sono io quando ieri sera, a mezzanotte, finivo il mio turno nel reparto covid. Il viso stanco e tirato, segnato, ma un accenno di sorriso perché nonostante tutto ero riuscita a consolare e confortare una paziente, vedova da due giorni, a parlare e ridere con due nonne dei loro nipotini e di quanto non vedano l'ora di riabbracciarli e preparare loro una bella merenda sostanziosa, super nonne! Un paziente ha addirittura potuto tornare a casa visto il miglioramento del quadro clinico e non potete immaginare la gioia nei suoi occhi quando gli ho aperto la porta di uscita del reparto e… buon ritorno a casa!!! Sotto le tute, le maschere e le visiere ci siamo noi che ridiamo, piangiamo, speriamo e facciamo il tifo per i nostri pazienti… e loro lo percepiscono e magari anche solo con uno sguardo ti ringraziano.. ecco, questo mi da la forza ❤ #nurselife #covid19italia #covid19 #momlife #momoftwo #instamoment #instaphoto #instapic #picoftheday #familyfirst #notonlymama #vitadamamma #momlife #nurse #covidnurse #loveforlife #infermiera #instanurse #mylife #iononpossorestareacasa #stateacasa #maviepuntoit #mamxmam #italiannurse

A post shared by ?Cristina Barbieri? (@lacicci84) on


Felizmente, há uma maneira segura e fácil de ajudar os profissionais que arriscam a vida para lutar contra a pandemia de Coronavírus. Fique em casa – e aproveite as nossas dicas de como manter a saúde durante a quarentena!

Publicidade

Foto em destaque: Benjamin Ong/Reprodução Facebook


Redação Hypeness
Acreditamos no poder da INSPIRAÇÃO. Uma boa fotografia, uma grande história, uma mega iniciativa ou mesmo uma pequena invenção. Todas elas podem transformar o seu jeito de enxergar o mundo.

Branded Channel Hypeness

Marcas que apoiam e acreditam na nossa produção de conteúdo exclusivo.



X
Próxima notícia Hypeness:
Ashley Graham faz coração com estrias em demonstração de amor ao próprio corpo